I CINQUE FONDATORI

Le nostre aziende agricole ed il caseificio si trovano in Emilia Romagna, nel cuore della pianura padana, nelle terre tra Soragna e Busseto, che hanno dato i natali a Giuseppe Verdi ed hanno visto la crescita del Maestro, il compositore delle opere liriche più rappresentate al mondo, nel mezzo di un territorio abitato da persone per le quali la qualità della vita, tra musica, natura e cibo, ha ancora un significato profondo!

  • icon
    SOCIETÀ AGRICOLA FRATELLI TONOLI
    Parma

    Via Parola, 22
    43036, Fidenza, Parma

  • icon
    CASCINA MARGHERITA di Gelfi Roberto
    Parma

    Strada Della Cascina 131
    43011 Roncole Verdi

  • icon
    SOCIETÀ AGRICOLA BERTONA
    Parma
    Via Roncole Verdi, 101
    43011 Busseto
  • icon
    LA RINASCENTE SOCIETÀ AGRICOLA
    Parma

    Strada Bettecca Al Ponte Fossa, 102
    43011 Busseto, Parma

  • icon
    SOC. AGRICOLA VIGHI MAURO E LUIGI
    Parma

     indirizzo

    43036 Fidenza (PR)

FILIERA A KILOMETRI ZERO ED ECOSOSTENIBILITÀ

Tutte le nostre aziende agricole sono collocate in un raggio di 10  kilometri dal caseificio, questo ci permette di dire che sono minimizzate le emissioni derivanti dal trasporto del latte al caseificio e nella rapidità tra il prelievo dello stesso dopo la mungitura ed il suo inserimento nel ciclo produttivo del formaggio vengono ridotte al minimo le possibilità di contaminazione ed alterazione della materia prima, dalla cui qualità e corretta conservazione deriva il primo aspetto per ottenere un buon Parmigiano Reggiano.

La nostra attenzione all’ambiente però non si ferma qui, ed il fabbisogno di energia elettrica del caseificio è garantita da un impianto fotovoltaico collocato sul tetto dello stabilimento, un ulteriore fattore che denota la sensibilità che abbiamo nei confronti del luogo in cui viviamo ed alla qualità dell’ecosistema in cui siamo collocati.

Non è un caso che le nostre aziende agricole ed il caseificio si trovino in Emilia Romagna, nel cuore della pianura padana, nelle terre tra Soragna e Busseto, che hanno dato i natali a Giuseppe Verdi ed hanno visto la crescita del Maestro, il compositore delle opere liriche più rappresentate al mondo, nel mezzo di un territorio abitato da persone per le quali la qualità della vita, tra musica, natura e cibo, ha ancora un significato profondo!

NEL 2002 NASCE
IL NUOVO CASEIFICIO

…il 7 Aprile, alla presenza delle autorità viene inaugurato il nuovo caseificio Agrinascente, su 4000 mq, con 32 caldaie capaci di produrre oltre 64 forme di Parmigiano Reggiano al giorno, lavorando 120.000 quintali di latte all’anno per un totale di circa 23.000 forme nel proprio magazzino di stagionatura a clima controllato. Alcune aziende agricole hanno lasciato, altre si sono aggiunte, la filosofia resta però sempre la medesima, cercare di fare il proprio prodotto sempre migliore.

Nel 2014 avviene anche un nuovo cambiamento, viene creato un brand di prodotto, Parma2064, dal numero di matricola del caseificio attribuito dal Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, un identificativo univoco, esclusivo, impresso sullo scalzo di tutte le forme che escono dal nostro caseificio. Un marchio che vuole creare distintività sul mercato da parte di chi già dalla campagna nella produzione dei foraggi inizia ad avere cura del risultato finale del proprio sforzo.

UNA STORIA INIZIATA
35 ANNI FA

…nell’Ottobre del 1979, nel giorno del Santo Patrono di Fidenza,  si costituiva in questa cittadina in provincia di Parma la Cooperativa Casearia Agrinascente, dall’unione di 9 aziende agricole con allevamento di bovini da latte. Dal desiderio di perpetrare la tradizione secolare della produzione casearia locale, storicamente legata al prodotto Parmigiano Reggiano DOP.

L’azienda nasce e cresce per impegno e volumi di prodotto, la qualità sempre perseguita con la caparbietà e l’orgoglio di chi aveva in cuore il desiderio di farsi vanto del proprio formaggio, fatto come tutti gli altri, secondo il rigoroso disciplinare del Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, ma con il gusto di farlo un po’ meglio, non solo rispetto ai propri concorrenti, ma anche meglio di come lo si era fatto un anno, un mese, una settimana prima nel nostro stesso caseificio.